FB IG

#orninawine

VIGNE

La Vigna Vecchia, piantata da Orazio, è stato il punto di partenza per creare il nostro terroir, grazie anche alla biodinamica e alle minuziose attenzioni del vignaiolo, Marco. Sangiovese, canaiolo, ciliegiolo e alcuni filari di trebbiano e malvasia sono state le prime esperienze, i primi maestri.

L'ECOSISTEMA DI ORNINA

I nostri studi si sono poi rivolti alla selezione dei vitigni che meglio avrebbero potuto caratterizzare l'ecosistema di Ornina: non solo vitigni toscani, ma anche vitigni di tradizione più nordica, esaltati al meglio dal nostro clima fresco e dai terreni calcarei e argillosi.
Nel 2019, con la messa a dimora dell'ultima vigna, abbiamo concluso (per ora) la definizione del nostro parco vitato, che attualmente si sviluppa su circa 6 ettari tutti circostanti l'azienda:

VIGNA VECCHIA

2 ettari di sangiovese, canaiolo, ciliegioloo, trebbiano e malvasia. Croce e delizia! Si perché con la sua uva produciamo 4 dei nostri vini più importanti, ciascuno dei quali ha epoche di maturazioni e zonazioni diverse. Terreno variabile da argilloso-calcareo nella parte alta fino a un medio impasto nella parte bassa. Solitamente è qui che inizia e si conclude ogni vendemmia.

VIGNA DEL LAGO

Proprio sotto la vigna vecchia, si trova lei con 1 ettaro a bacca bianca per lo più pinot grigio e sauvignon blanc. Terreno argilloso-limoso. Fanno parte della vigna circa 2000 piante di varietà per lo più aromatiche dalle quali stiamo iniziando un nuovo progetto di vendemmia tardiva.

CAMPONE

Ai piedi di uno dei luoghi più emblematici per la nostra famiglia, si trova un ettaro piantato a sangiovese e malvasia nera. E' il campo più asciutto e scosceso, ricco di calcare , argilla e sassi, tanti sassi.

VIGNA COLLEZIONE

Contornata da boschi e pascoli, il suo terreno è a medio impasto- argilloso, con molto galestro vicino al bosco. Qui hanno dimora i vitigni autoctoni antichi di cui forse vi parleremo in segreto davanti a un bicchiere di vino

CANEPAIO

E' la nostra vigna più giovane, dove in passato veniva coltivata la canapa appunto. Poco meno di un ettaro dedicato a selezioni di pinot nero provenienti dal Borgogna, cratterizzato da terreni molto profondi, calcareo-argillosi.

VIGNA MAHSARÀ

Coltivata a pinot nero, la nostra vigna petit si trova proprio sopra la cantina. E' esposta a est, il suo terreno è molto calcareo, ma anche tendente al sabbioso. Questa vigna ci ha regalato ottimi risultati nella spumantizzazione, per questo è attualmente la base del nostro metodo classico... Mahsarà.

NON SOLO VIGNE

La nostra ultima avventura è stata l'impianto di un ettaro di oliveto, e poi chissà... c'è ancora tanto spazio bianco sulla tela.
Ecco perché a Ornina non ci si annoia mai!

ornina

I nostri cookie di profilazione e quelli installati da terze parti ci aiutano a migliorare i nostri servizi online. Se ne accetti l’uso continua a navigare sul nostro sito. Se vuoi saperne di più clicca su: «approfondisci»